Ancora una volta l’auto-inganno è necessario per poter sopravvivere…

Quel senso di alienazione, è sempre lì sullo sfondo, accompagna le mie esperienze, non sentirmi “parte di qualcosa” è il mio pane quotidiano.

Allora combatto questa sensazione  – come definirlo, forse diventare “alieni” rispetto a stessi, oppure ancor meglio di alieni sarebbe dire “stranieri”- riflettendo sulla realtà che mi circonda, mettendo in ordine il mondo “fuori”, abbandonando il dentro per il fuori, ed il ritorno in me stesso è sempre un brusco risveglio, si spera sempre di ritrovare tutto in ordine, ed invece, colpo di scena: possiamo ammobiliare, imbellettare solo la realtà esterna, riguardo alla nostra realtà, possiamo al massimo nascondere lo sporco sotto al tappeto, ma solo fin quando l’accumulo non sia cosi visibile alla coscienza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: