Io=io

Ho dei momenti di estrema lucidità in cui rivedo me stesso come in uno specchio. E’ un esperienza straziante, dolorosa, e penso a come sia sorprendente il modo in cui rimaneggiamo noi stessi, invertiamo i tasselli, di modo che ciò che vediamo non è ciò che siamo ma ciò che vorremmo essere. Alcuni sostengono, in barba al tanto vituperato quanto antico monito del “conosci te stesso”, che nessuno possa raggiungere un certo grado di obiettività riguardo a se stesso, ma allora come giustificare questi momenti?  VI sarà certamente capitato in sogno di vedere voi stessi ma da ” fuori”, ovvero con più di un occhio fuori dalla scena; 

Allo stesso modo mi capita di vedere me stesso e ciò che vedo e’ ben poca cosa, una persona effimera e presuntuosa.

Annunci

Una Risposta to “Io=io”

  1. Luigi, sei troppo severo con te stesso, è difficile essere giudici degli altri figuriamoci di se stessi. Il guardarsi ponendosi al limite della ragione è come ascoltare la propria voce registrata, non ci sembra la nostra e quasi sempre è piu’ brutta. Lascia il metro di giudizio a chi sa e saprà farlo con obiettività …….. e che i tuoi scritti siano solo lo sviluppo di pensieri, che come tu hai giustamente titolato, vanno oltre la percezione. “Babbabù che mangia coccolo e fa ciu’ ciu’ ” non esiste se non lo vogliamo far esistere noi , e se cio fosse guardiamolo dal lato migliore. Un bacione grosso grosso.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: