Le cose belle non chiedono attenzione

Ho creduto che potesse esistere non tanto una politica del “fare”, ma una politica del “creare”. Si, ho creduto ad una politica della vita, che avesse come obiettivo indicare alla comunità la speranza di una nuova regola di vita: una Weltanschauung. Al contrario, ho scoperto una politica degli interessi personali, il prodotto di un capitalismo esasperato il cui unico fine non è nemmeno più di quello  arricchirsi, ma di produrre infinitamente nuova ricchezza mediante la medesima ricchezza. Sarà anche l’ennesima illusione, ma io credo che il mondo ruoti ancora silenziosamente e segretamente attraverso le idee, sebbene l’unica moneta “sonante” sia quella della continua autoriproduzione del denaro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: