Un’esistenza anti-gravitazionale

Mi ha sempre sorpreso infinitamente, la maniera in cui, a differenza delle altre persone, riesca a sostare in questo stato d’angoscia perenne. Mentre, comunemente, gli altri, tramite mille futili o anche necessarie distrazioni cercano di sfuggire al nucleo interiore della coscienza, l’angoscia pura dell’esistere nella vacuità delle cose; io, invece, puntualmente, soprassiedo a questo normale stato di cose, e mi sembra che ogni mio pensiero sia sorto dall’angoscia e, forse, anche i ricordi più belli, hanno la caratteristiche, poco comune, di rivelare un fondo amaro e spigoloso, sempre la medesima. Però, mi inquieta ancora di più la maniera in cui, a volte, sembro cercarla, quasi come se attraversandola, potessi capirne chissà quale significato di vita nascosto. Credo mi manchi qualsiasi istinto di sopravvivenza, di auto-conservazione.

20140803-121843-44323338.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: