Un corpo in moto se non viene ostacolato continua a muoversi con velocita’ costante.

Mi piacerebbe tornare ad essere quello che ero per giudicare e percepire la realtà da una prospettiva più distante. Vorrei tornare a sentirmi leggero, come se realtà e sogno non fossero altro che linee tracciate sulla stessa medesima tavola, nella più sordida ignoranza dei propri confini. Tutto questo soltanto per dimenticare che si può fallire anche quando si e’ centellinato i propri sforzi e moltiplicato le proprie forze, anche quando ci si e’ spinti, trascinando se
se stessi fino alla meta. Sentirmi leggero per non sentire il peso del mio scarso valore e della mancanza di riflesso dei miei pensieri e delle mie azioni. Non posso riscattarmi da me stesso, ma ora non importa più: ora voglio correre come se non esistesse ne’ traguardo, ne’ approdo, come quegli intrepidi e ordinari corridori,  i quali con passo lento e sostenuto sfidano il principio di inerzia e la fredda alba mattutina.

IMG_0520.JPG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: