Il Velo

Così
Inghiottisti
la mia realtà distorta
E respirando
i miei umori liquidi
lasciasti fuori
il vuoto grigiore dei
miei giorni peggiori;
Ti ho osservata l’altra notte
affettarti senza ritegno
l’anima sconcertata
ho nascosto quell’ultimo momento
dietro l’opacità di un
ricordo neanche tanto lontano,
Bisogna essere liberi
e aver smarrito la luce e la coscienza
per guardare in volto la verità.

L. S.

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/861/16203169/files/2014/12/img_0617.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: