Ora.

Ora.

Ora che l’imbrunire del giorno

ha trafitto

anche l’ultima sillaba.

Questa è l’ultima ora solitaria.

Ora,

che l’assenza

mi è scivolata dentro

come un verme nascosto

ed ha divorato ingordamente

ogni corda della mia volontà.

Ora.

Ora è il tempo della demenza,

del ritorno

all’inizio.

Il tempo

dell’assenza di senso,

dell’informe ;

dell’originario inautentico.

L. S.

candela-nel-buio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: