L’eterna possibilita’ (del limite)

L’albeggiare del cielo

ricompone l’idea

proteiforme del nuovo.

Il nuovo e’

ciò che presagisce la fine,

il lutto marcescente

che si stende sulle cose;

ogni pensiero tentato della realta’

dal tratto ultimo delle sue possibilità,

Mai ho smesso di camminare all’indietro

senza incrociare i miei passi.

E mai ho smesso di percorrere

nuovamente

le tracce di ieri.

La possibilità e’ la maniera in cui

circuisco il fiume carsico della mia esistenza

nell’infinita combinazione dei suoi atti.

Ciò che sono

e’ ciò che ieri già non ero più,

E ciò che già sarei dovuto sempre essere.

L. S.

 

img_0594

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: