Principio di uguaglianza (?)

Il rumore, l’ostentazione, il chiacchiericcio isterico, la ricerca ossessiva dell’immagine, a cui si aggiunge un linguaggio sconnesso, carente e claudicante – che quasi per un principio di compensazione sconfina nella violenza verbale ( si pensi al comico-politico urlante) sono tutti sintomi di decadenza della nostra società. Del resto, si accordano bene con la velocità con cui si muove tutto ciò che abbiamo intorno. Ma poco si accordano con la sostanza, con il pensiero maturo e auto-cosciente, con l’adesione a dei valori che sopravvivano a noi stessi. Poi ci si meraviglia del perché le persone non sappiano che cos’è la filosofia. Si, certo. La specie andrà comunque avanti. Per carità. Ma siamo sicuri che questo andare “avanti” sia comunque “progresso”? Non perché queste cose non ci fossero anche prima, ma appartenevano al “volgo” a cui si contrapponeva comunque una classe elitaria, capace di incarnare valori e modelli superiori. Ma se èlite e volgo ormai in nulla si distinguono se non per gli abiti e le scarpe che indossano, che possibilità di crescita abbiamo? Dove ricercare le origini, intendo nel nostro paese, di questo livellamento verso il basso?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: